Menu

Shampoo anticaduta: funzionamento e modalità d'uso

E' difficile se non addirittura fuorviante parlare di shampoo anticaduta, tuttavia esistono pochi shampoo che possono veramente vantare queste proprietà, in virtù dei loro principi attivi

Per onestà intellettuale bisogna dire che uno shampoo che possa definirsi "shampoo anticaduta" non esiste.

shampoo-anticaduta

E' pur vero, tuttavia, che la maggior parte dei trattamenti anticaduta delle principali marche associano al trattamento topico/orale uno shampoo che richiama, all'interno della propria formula, i principi attivi e gli ingredienti con proprietà "anticaduta" del prodotto di riferimento.

Fanno eccezione alcuni shampoo "medicali" che contengono veri e propri principi attivi farmacologici dalle rinomate proprietà "anti-calvizie".

uno shampoo anticaduta universalmente valido non esiste, i risultati vanno valutati persona per persona

Gli shampoo anticaduta sono realizzati con formulazioni specifiche che, come menzionato, fanno uso di alcuni principi attivi che si sono rivelati efficaci nel contrasto alla calvizie. Tra le sostanze più utilizzate ricordiamo i rame-peptidi, la caffeina, il celebre saw-palmetto (la palmetta della Florida che è da tempo al centro dei trattamenti contro la calvizie e, nello specifico, compare in molti shampoo anticaduta), lo zinco, la vitamina B, vari tipi di acido linoleico, solo per citare alcuni dei nomi più ricorrenti.

Cosmeticamente parlando, lo shampoo anticaduta più interessante in tal senso, attualmente in commercio, è il Revita Shampoo , apprezzato per il pool di agenti "anticalvizie" quali la caffeina, il ketoconazolo, l'MSM, taurina e altri ingredienti che hanno dimostrato proprietà utili. Questo shampoo anticaduta contiene basi lavanti particolarmente delicate, che non alterano il naturale equilibrio sebaceo del cuoio capelluto evitando infiammazioni e irritazioni che potrebbero peggiorare il problema della caduta. Gli shampoo più economici, infatti, fanno spesso uso di sostanze come il Sodium Lauryl Sulfate e il Sodium Laureth Sulfate che risultano eccessivamente aggressive per la cute.

Esistono poi altri "shampoo anticaduta", che annoverano cioè nella propria formula sostanze di origine natuale con specifiche e dimostrate prorietà anticalvizie: abbiamo già menzionato, ad esempio, l'estratto di serenoa repens, che ha proprietà anti-dht, oppure di quegli shampoo che contengono i rame-peptidi. È il caso del Revivogen Bio Cleansing, uno shampoo anticaduta che contiene numerosi ingredienti di origine vegetale e naturale, tra cui spicca appunto il palmetto della Florida. Questo shampoo è un vero e proprio scrigno di principi attivi naturali, efficaci non soltanto nel contrasto al dht, ma anche utili a nutrire il capello in profondità, ripristinare l'equilibrio del cuoio capelluto, donare lucentezza e volume, ristrutturare i fusti.

Gli shampoo anticaduta si applicano con facilità, come un qualunque altro shampoo: è sufficiente bagnare i capelli e distribuire il prodotto sul capo con piccoli, delicati massaggi circolari delle dita. Lasciare agire per pochi minuti e quindi risciacquare con acqua tiepida. Per un'azione più efficace e robusta, si può procedere a una seconda applicazione, e quindi risciacquare nuovamente al termine.

L'applicazione degli shampoo anticaduta può anche essere seguita, per un'azione più completa, dall'utilizzo di balsami di qualità per garantire la massima protezione al cuoio capelluto.

In conclusione occorre osservare che, come per qualsiasi trattamento anticaduta, non esiste uno shampoo anticaduta universamente valido: l'entità della "risposta" sarà soggettiva, quindi da persona a persona, in funzione delle molteplici variabili che regolano la calvizie nell'uomo e nella donna.

Tutti i post
Aggiungi commento/Richiedi informazioni
Commento
Titolo
Contenuto
Informazioni Personali
* non verranno mostrati i tuoi dati personali
Nome
Cognome
Sesso
Indirizzo email
Numero di telefono
Invia