» prodotti contro la calvizie femminile su Hairshopeurope.com

Come diagnosticare correttamente la Calvizie femminile (calvizie comune nella Donna)
Per diagnosticare la calvizie femminile (l’alopecia androgenetica nella donna), dobbiamo prima escludere altre cause di alopecia:

- problemi medici:
Insufficiente apporto di proteine e ferro. La carenza di ferro, l’anemia, è una delle principali cause di alopecia nella donna e spesso non è riconosciuta.
– disfunzioni tiroidee:
sia l’ipo- che l’ipertiroidismo possono causare alopecia.
– farmaci alopecizzanti: ad esempio farmaci contro il cancro, anticoagulanti, antispastici, farmaci antitiroidei, beta bloccanti, pillola anticoncezionale, antidepressivi triciclici.

calvizie femminile

La scala Ludwig della calvizie femminile
Basando i propri studi sull'osservazione i 468 casi, Ludwig sviluppò lo schema seguente:

Tipo I. Diradamento percettibile dei capelli sulla corona, limitato ad una linea situata 1-3 centimetri dietro la linea frontale

Tipo II. Rarefazione pronunciata dei capelli sulla corona

Tipo III. Diradamento molto avanzato su tutta l'area interessata nel tipo I e II

Le seguenti informazioni sono utili per determinare se la causa della caduta di capelli è alopecia androgenetica

A che età avete cominciato a notare il diradamento? Da quanto tempo sono presenti questi sintomi?
L’alopecia androgenetica di solito si manifesta nell’adolescenza, nei 20 o nei 30 anni.

Avete cominciato a notare un diradamento graduale o la prima impressione è stata di una caduta copiosa?
Nell’alopecia androgenetica tipica, normalmente non si verifica un aumento della caduta quotidiana.
Comunque, in alcune donne, il diradamento ereditario è mascherato all’inizio da un episodio di marcato aumento della caduta a seguito del parto, una febbre alta o altre malattie. Questo tipo di caduta (effluvio in telogen) fa il suo corso in un periodo di alcuni mesi ed è seguito da una ricrescita totale nell’arco di un anno. Comunque, una donna con una predisposizione all’alopecia ereditaria potrebbe non ottenere una ricrescita totale dopo l’episodio di effluvio.

In famiglia avete altri casi di alopecia?
E’ facile fraintendere questa domanda. Questi casi includono genitori, fratelli e sorelle, nonni, zie e zii da entrambe le parti della famiglia.

Avete tagliato i capelli sempre più corti?
Le pazienti spesso tagliano i capelli più corti per compensare la maggiore scarsezza di volume alle punte. Se raccogliete i capelli nella coda di cavallo, probabilmente avete notato che il suo diametro si è ridotto nel tempo.

Avete un ciclo regolare? Quanti giorni dura? E’ abbondante? Avete avuto gravidanze? Se sì quando è stata l’ultima? Avete avuto problemi di infertilità? Avete galattorrea? (una secrezione bianca dal capezzolo, persistente e che sembra latte) o secrezione di latte dal seno tra gli intervalli nell’allattamento del bambino o dopo lo svezzamento?

Le donne con l’alopecia androgenetica hanno cicli regolari, gravidanze normali e non hanno problemi di infertilità o galattorrea. Comunque, l’alopecia ereditaria può essere mascherata dall’effluvio post-parto. Mestruazioni abbondanti o prolungate possono causare carenza di ferro, di solito senza anemia, che può aumentare la caduta dei capelli.

Prendete farmaci che potrebbero causare o contribuire al diradamento?
Una serie di farmaci nelle categorie sopra elencate possono causare alopecia, ma se l’assunzione viene interrotta si avrà una ricrescita.

Qual è la vostra storia medica passata?
Una precedente malattia che ha causato un rapido dimagrimento o febbre elevata può aver contribuito al vostro diradamento.

Come curate i capelli quotidianamente?
Lo spazzolamento vigoroso o eccessivo, l’uso improprio di permanenti, colorazioni o decolorazioni può contribuire a rovinare e spezzare i fusti. La punta di un capello spezzato è troncata, la punta di un capello che non è spezzato o tagliato è affusolata.

Avete portato i capelli in una pettinatura che comportava una trazione prolungata?
Le pettinature come le trecce, le treccine di alcune pettinature tipiche africane, o le code di cavallo possono provocare l’alopecia da trazione se il capello è legato troppo strettamente. L’alopecia da trazione si manifesta lungo le attaccature temporali (vicino alle tempie o alle tempie) e frontali

La vostra dieta è adeguata?
In particolare, controllate gli apporti di proteine e ferro. Può essere utile un’analisi del sangue.

Avete un diradamento maggiore alla riga?
Se avete alopecia androgenetica, potreste avere uno spazio maggiore tra i capelli e la riga centrale può risultare allargata.

Il diradamento è diffuso in tutto lo scalpo o è maggiormente evidente in alcune zone del capo come quella frontoparietale (fronte, vertice e i lati della testa) e temporale e meno in quella occipitale (il retro della testa)?
Se l’alopecia si manifesta in zone sparse probabilmente non si tratta di alopecia androgenetica. L’a.a. tende a manifestarsi nella zona frontale piuttosto che sulla nuca e risparmia la linea frontale.

Il pull test è normale?
Il pull test si effettua raccogliendo una ciocca di capelli (circa 25-30 capelli) e tirandoli brevemente e velocemente. Sarebbe anormale se cadessero più di tre capelli a tirata. Cinque o più capelli potrebbero indicare un effluvio in telogen più che un’alopecia androgenetica. I capelli estratti dovrebbero avere un piccolo bulbo biancastro alla "radice". Prima di effettuare il pull test, è importante aver lavato i capelli regolarmente (3 o 4 volte a settimana). Con un lavaggio meno frequente, potrebbero cadere più capelli del normale, dando luogo a un’errata interpretazione.

C’è molta differenza nel diametro e nella lunghezza dei fusti? Ci sono molti capelli miniaturizzati?
La presenza di molti capelli miniaturizzati di diametri diversi e di diversa lunghezza è un segno essenziale di alopecia androgenetica.. E’ importante notare che i capelli corti sulla linea frontale sono normali che abbiate o meno l’alopecia androgenetica.

Le punte sono corte, troncate o affusolate?
Se sono affusolate, rappresentano la ricrescita. Se sono troncate, il capello è spezzato o tagliato.

I vostri capelli sono tutti della stessa lunghezza?
Nelle donne affette da alopecia androgenetica, i capelli non sono tutti della stessa lunghezza. Le punte sono svuotate e il diametro dei fusti alle punte è inferiore rispetto a quello delle radici.

Avete conservato la linea frontale dritta o a forma di M?
Se avete l’alopecia androgenetica, conserverete una striscia di capelli lungo la linea frontale.

Ci sono segni follicolari normali sulla cute? C’è un’infiammazione sullo scalpo?
Se i segni follicolari sono diminuiti o assenti o se c’è un’infiammazione dello scalpo, probabilmente non si tratta di alopecia androgenetica.

Soffrite di grave acne o irsutismo (presenza di peluria eccessiva su viso e corpo secondo le caratteristiche maschili), non rispondente alle cure?
Un aumento della peluria sul viso e sul corpo può manifestarsi in adulti normali come espressione di caratteristiche etniche o può svilupparsi in bambini o adulti in seguito ad un eccesso di androgeni dovuto a farmaci o a tumori, specialmente quelli che interessano le ghiandole surrenali o le gonadi. Se soffrite di grave acne, irsutismo o virilizzazione, dovreste fare un’indagine ormonale.
Le donne affette da alopecia androgenetica di solito notano un graduale diradamento, per lo più sulla sommità del capo e la cute diventa più visibile.
Col passare del tempo, anche i capelli ai lati della testa possono diventare più sottili.
Le donne conservano la linea frontale che può essere dritta o a forma di M, e che può somigliare alla recessione bitemporale (il diradamento alle tempie) che spesso colpisce gli uomini affetti da a.a..
Questo diradamento graduale di solito non è accompagnato da un aumento della caduta quando ci si pettina, spazzola, o con lo shampoo. Perdere 50-100 capelli al giorno è normale. Comunque, come abbiamo accennato prima, in qualche caso un episodio di effluvio in telogen (abbondante caduta di capelli) come può accadere dopo il parto, gravi malattie o una febbre alta prolungata, può rivelare una predisposizione latente (una tendenza presente ma non visibile) all’alopecia ereditaria. Se non guarda attentamente, anche il medico o il consulente più esperto può non rendersi conto che la donna sta veramente perdendo i capelli. Le donne spesso adottano pettinature elaborate e con un grande dispendio di tempo per mascherare il diradamento.
Tuttavia, anche se il diradamento non è immediatamente evidente, è importante riconoscere e considerare le preoccupazioni e le paure della donna. Le donne che sono affette da alopecia si definiscono "sconvolte", e hanno bisogno di essere curate con compassione e comprensione. Comprensibilmente, curare i pazienti affetti da alopecia è psicologicamente impegnativo per il medico. Negli ultimi anni la scienza medica ha imparato molto circa la patofisiologia dell’alopecia androgenetica.

In termini semplici, l’alopecia androgenetica rappresenta la graduale trasformazione di un follicolo che produce capelli terminali di dimensioni normali a un follicolo che produce capelli ipopigmentati (con una diminuzione della pigmentazione) e miniaturizzati. In un paziente con alopecia androgenetica, tutti i follicoli sono presenti. Comunque, molti capelli sono miniaturizzati.
I pazienti affetti da alopecia androgenetica, al contrario di quelli colpiti da altri tipi di alopecia, hanno un ciclo normale di crescita dei capelli. Man mano che il follicolo si atrofizza, i capelli ricrescono più sottili e più corti, cioè i capelli terminali possono crescere di 60-90 cm in un singolo ciclo di crescita di due o tre anni.
D’altro canto, i capelli miniaturizzati possono crescere solo di pochi centimetri durante un ciclo di crescita molto più corto. Il fatto che i follicoli siano presenti anche se miniaturizzati significa che è possibile fare in modo che alcuni di questi follicoli generino di nuovo un capello terminale.

Per ulteriori approfondimenti sulla calvizie femminile: www.calvizie.net, il portale italiano sulla caduta dei capelli